Comune di Sulmona

Portale ufficiale del Comune di Sulmona

30-04-2017
Ti trovi in: HOME » Progetto Anti contraffazione
 

Che tempo fa?

Traduci il sito

Controllo automatico accessiControllo automatico accessi 800-106330 Conferimento rifiuti ingombrantiConferimento rifiuti ingombranti 800-012490

Progetto Anti contraffazione

Anti contraffazione logoCittà di Sulmona

 

Il comune di Sulmona, con la partnership dell'Associazione Giostra, delle associazioni di Borghi e dei Sestieri, della Comunità Montana Peligna e della SINTAB Srl, e con lapartecipazione del Corpo di Polizia Municipale di Sulmona, è lieto di comunicare alla cittadinanza l’attuazione del progetto:

“Promuovere l’anticontraffazione e la cultura d’impresa.

La Giostra Cavalleresca: un evento da “Registrare” .

Il coordinatore del progetto e responsabile del gruppo di lavoro presso il 1° settore, servizi alla collettività del Comune di Sulmona, è il Dott. Alessandro Ginnetti

 

Il Bando

L’ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani) e il Ministero dello Sviluppo Economico - Direzione Generale per la lotta alla contraffazione, in data 30/12/2010, hanno sottoscritto una convenzione avente ad oggetto la realizzazione di azioni territoriali volte alla promozione, al coordinamento e al monitoraggio delle attività di contrasto alla contraffazione e per la gestione informatizzata dei dati. Con questa convenzione si destinano ai Comuni risorse tramite un Avviso pubblico (estratto pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana n.75 del 29 giugno 2012) per la realizzazione, in cofinanziamento, di progetti e interventi relativi ad attività di prevenzione e di contrasto del fenomeno della contraffazione, di promozione della cultura della legalità e di diffusione della corretta informazione sui prodotti contraffatti.

In risposta a tale annuncio il progetto, giunto al quarto posto nella classifica nazionale, si è aggiudicato il finanziamento di € 15.000 e, con un minimo cofinanziamento da parte del Comune, intende promuovere l’evento Giostra Cavalleresca e le attività dell’omonima associazione, mediante la tutela dei prodotti/gadget ad esso collegati, con ripercussioni positive in tema di nascita di imprese e di iniziative nel settore del merchandising dei prodotti e dei gadget della Giostra, dei Borghi e dei Sestieri

Visita il sito web dell'ANCI

 

Il fenomeno "Contraffazione"

Si verifica contraffazione allorché segni distintivi o marchi già registrati ed attribuiti a determinati prodotti, vengono apposti da soggetti terzi e non autorizzati su prodotti nuovi, o soltanto similari, o anche diversi da quelli legittimamente commercializzati dal titolare del marchio in questione. Tale fenomeno si verifica anche quando il consumatore viene tratto in inganno sulla reale provenienza dei prodotti.

Secondo la definizione di cui all’art. 473 del Codice Penale incorre nel fenomeno della contraffazione:

“Chiunque contraffà o altera i marchi o segni distintivi, nazionali o esteri, delle opere dell’ingegno o dei prodotti industriali, ovvero, senza essere concorso nella contraffazione o alterazione, fa uso di tali marchi o segni contraffatti o alterati, è punito con la reclusione fino a tre anni e con la multa fino a lire quattro milioni. Alla stessa pena soggiace chi contraffà o altera brevetti, disegni o modelli industriali, nazionali o esteri, ovvero, senza essere concorso nella contraffazione o alterazione, fa uso di tali brevetti, disegni o modelli contraffatti o alterati.”

L’ANCI ha inserito sul proprio portale un’ampia sezione dedicata a tale tematica e dalla quale poter accedere ad innumerevoli risorse inerenti, ad esempio, la normativa di riferimento, gli studi e le documentazioni sul fenomeno, nonché le iniziative territoriali in materia di anticontraffazione. (Per approfondimenti si rimanda al link: http://www.anticontraffazione.anci.it/).

Si tratta di un fenomeno molto diffuso ed antico che nel tempo ha originato un vero e proprio mercato criminale con gravi ripercussioni in ambito economico e sociale, incidendo in maniera significativa sul funzionamento del mercato interno e della sicurezza dei consumatori, oltre che sul livello di innovazione ed occupazione.

Anche per tali ragioni si è deciso di intervenire con questa iniziativa che individua come primo strumento per il contrasto alla contraffazione la registrazione di un marchio riconoscibile e quindi non imitabile. È questo il primo passo che costituisce un momento chiave nella definizione della strategia di marketing di una qualsiasi impresa, associazione, evento.

Eventi di richiamo come quello della Giostra Cavalleresca di Sulmona possono essere veicolo di possibili tentativi di contraffazione, ed in effetti, si sono già verificati episodi di falsificazione di alcuni gadget legati all’evento che, in presenza di un marchio registrato, sarebbero potuti essere oggetto di attività di contrasto ed investigazione.

 

Il progetto

Il progetto è articolato in fasi, alcune delle quali dedite alla promozione della cultura della legalità e conoscenza del fenomeno della contraffazione, ad esempio mediante la realizzazione di spot e campagne informative ed educative sul fenomeno; altre fasi di connotazione più operativa, nelle quali, avvalendosi del contributo del Corpo di Polizia Municipale, si realizzeranno attività di monitoraggio e contrasto sul campo, con particolare intensità nei periodi di svolgimento dell’evento Giostra. La fase finale prevede la definizione della strategia di intervento di lotta al falso, volta ad ottenere risultati a lungo termine che vadano oltre il contenimento del fenomeno della contraffazione.

PRIMA FASE: Il marchio e la cultura della legalità

Obiettivo specifico è promuovere lo sviluppo di un senso critico, responsabilizzare e far comprendere l’importanza della legalità, attraverso due linee di intervento principali:

  • la creazione e registrazione di un marchio: affiancando l’Associazione Giostra Cavalleresca di Sulmona e le Associazioni dei Borghi e Sestieri, saranno realizzati e registrati i marchi che verranno utilizzati sui prodotti/gadget legati all’evento.
  • la promozione della cultura della legalità: dopo la metà di febbraio sarà attivo presso il Comando di Polizia Municipale un Info Point, al quale i cittadini potranno rivolgersi tutti i giorni dalle ore 8:00 alle ore 20:00 , per ricevere informazioni ed effettuare segnalazioni di merce contraffatta

SECONDA FASE: Campagna di Comunicazione

Finalizzata a fornire un forte segnale contro ogni forma di abusivismo commerciale, mediante un’intensa attività di sensibilizzazione della cittadinanza, che vedrà realizzarsi varie iniziative: presentazione pubblica delle attività di questo progetto sul territorio; spot televisivi e radiofonici per la promozione dei marchi registrati; nonché campagne educative di informazione e comunicazione sul valore dei prodotti non contraffatti.

Obiettivo specifico di tale campagna di comunicazione è illustrare, anche attraverso l’impiego di altro materiale promozionale (es. brochure, depliants, affissioni, comunicati stampa,…) le finalità e modalità attuative della presente iniziativa, in modo da agevolare i potenziali utenti, fornendo loro un efficace servizio di informazione ed orientamento.

TERZA FASE: Analisi del fenomeno 'Contraffazione' e attività di contrasto

Durante le giornate di svolgimento dell’evento Giostra Cavalleresca, sono infatti previste attività di monitoraggio e contrasto su attività contraffattive, ad opera del corpo di Polizia Municipale.

Sarà compito di quest’ultimo, effettuare un’analisi del fenomeno presidiando il territorio, ponendo particolare attenzione alle aree maggiorente colpite dal fenomeno ed intercettando eventuali venditori abusivi.

Tale momento si rivela di particolare rilevanza, oltre che per il monitoraggio e presidio del territorio, anche per una raccolta dati efficace ed utile allo studio dell’impatto economico del merchandising.

QUARTA FASE: Lotta al falso

Mira a realizzare una strategia di intervento volta ad ottenere risultati che vadano oltre il contenimento del fenomeno contraffazione mediante un duplice azione:

  • Impiego di personale in borghese, a supporto delle unità in divisa già impegnate, in modo da poter incentivare le attività di osservazione, pedinamento e raccolta informazioni.
  • Realizzazione di una campagna di comunicazione finalizzata alla promozione della cultura della legalità ed alla diffusione dei prodotti originali della Giostra Cavalleresca.

 

Risultati attesi

A seguito del completamento del progetto si intende raggiungere i seguenti risultati:

  • aumento della consapevolezza circa la diffusione e dannosità del fenomeno contraffazione;
  • sensibilizzazione verso la cultura della legalità;
  • garanzia della qualità dei prodotti/gadget diffusi, grazie alla registrazione dei marchi e loro promozione;
  • promozione dell’evento Giostra Cavalleresca attraverso la diffusione di prodotti/gadget non contraffatti;
  • incentivi alla cultura d’impresa, mediante il trasferimento delle conoscenze sulle procedure di realizzazione e registrazione di un marchio e relativo utilizzo.

segnalazioni

Inoltrate la vostra segnalazione su prodotti che ritenete contraffatti

  • Scaricate il modulo (coming soon) e consegnatelo all'Infopoit Anticontraffazione - Via Mazara c/o Comando Polizia Municipale
  • Inviate una mail all'indirizzo anticontraffazione@comune.sulmona.aq.it

Loghi